Notizie

Title illustration

INTERVISTA A FRANCESCA: DA SPA THERAPIST A SPA MANAGER

Puoi raccontarci della tua esperienza prima di arrivare in Club Med ?

Sono stata da sempre appassionata dell’estetica, cosi ho fatto un percorso di studi di 3 anni per diventare SPA TERAPISTA. In parallelo alla mia formazione, lavoravo in un centro estetico nel sud Italia. Era una piccola struttura e quindi non c’erano molte opportunità e questa ragione ho deciso di partire. Ho cercato su internet delle offerte di lavoro che corrispondessero al mio profilo e ho scoperto il Club Med. Non conoscevo molte aziende all’epoca ma il colloquio mi ha fatto venire voglia di lavorarci assolutamente e sono stata presa! Qualche giorno più tardi, ho fatto le valigie per una partenza immediata in villaggio!

Non conoscevi, quindi, il Club Med. Cosa ti ha fatto venir voglia di partire con noi?

Volevo davvero cambiare ambiente, sia per quanto riguardava la mia vita personale che professionale. E sapevo che Club Med poteva offrirmi tutto cio’. Quello che mi ha motivata é stato anche il fatto di entrare a far parte di un’azienda internazionale che mi avrebbe permesso di entrare in contatto con clienti dai quattro angoli del mondo. Quando mi hanno raccontato della vita di villaggio, mi sono detta: dai, proviamo! E la adoro! Sto per iniziare la mia terza stagione al Club e la prima come Responsabile SPA quest’estate nel villaggio di Napitia! L’avanzamento di carriera é un altro importante fattore che invoglia ad entrare a far parte del Club.

Puoi raccontarci come é andata la tua integrazione quando sei arrivata per la tua prima stagione al Club Med ?

E’ semplice, quando arrivi al Club, hai l’impressione di entrare in una grande famiglia. E’ anche questo che mi ha spinta a rinnovare il mio impegno per altre stagioni. La mia integrazione ha avuto inizio con una formazione che mi ha dato modo di assimilare i protocolli dei prodotti utilizzati allo SPA. La grande opportunità che offre Club Med é quella di essere formata su marche di alta gamma come Décléor o Cinq Mondes. Per ogni stagione, si ha l’impressione di rivivere una nuova integrazione e si scopre un nuovo team, una nuova famiglia con la quale vivrai questa esperienza. E poi, ogni volta, mi sono integrata alla vita di villaggio condividendo i momenti con gli altri GO ma anche con i GM.

Diventerai a breve Responsabile SPA. Quali sono le tue nuove sfide ?

Ho avuto un’esperienza superba l’anno scorso con una responsabile che ha saputo guidarci e animare il gruppo. Per ognuno di noi é stata un’esperienza umana e professionale davvero stupenda. Grazie a lei, siamo riusciti a raggiungere i nostri obiettivi finanziari nello stesso anno perché lei ha saputo motivarci e concederci il suo tempo e la sua confidenza. I miei obiettivi e le mie sfide sono di riuscire a guidare il mio futuro gruppo per permettergli a sua volta di megliorare le proprie performance e per rispondere allo stesso tempo agli obiettivi di vendita.

Qual é per te la differenza tra lavorare in uno SPA classico e uno SPA in Club Med ?

La differenza più importante é a livello della clientela. Innanzitutto sono delle persone che vengono dal mondo intero ma, in più, sono dei clienti regolari che passano le loro vacanze esclusivamente al Club. Sono abituati ai luoghi, a volte conoscono il villaggio meglio di te e sono allo stesso tempo molto esigenti sulla qualità delle prestazioni. E’ una clientela “haut de gamme” che ci obbliga ad adattarci per rispondere al meglio alle loro aspettative. Un vantaggio del lavorare al Club é che, malgrado cio’, i clienti hanno lo spirito Club Med e sono molto cordiali. Niente di strano che un cliente passi la mattina solo per dirti: “Hey Francesca, come stai oggi?”.

Pensi di poter trovare una situazione del genere in un classico SPA?

Quando sei un GO, al di là del tuo mestiere, partecipi anche alla vita del villaggio, pranzi con i clienti e prendi parte ai diversi spettacoli serali. I legami che si instaurano con questo tipo di clientela sono molto più forti che in tutte le altre SPA.

Cosa ti hanno portato le due stagioni che hai fatto al Club Med ?

Sono cresciuta professionalmente grazie a tutto quello che ho imparato con le diverse formazioni. La vita al Club mi ha cambiata molto. Quando ripendo alla persona che ero appena arrivata al Club e a quella che sono adesso... non riesco a crederci! Ho imparato l’importante lezione del condividere perché il Club é questo! Per noi italiani, cio’ che puo’ essere un po’ difficile é la barriera della lingua. E’ vero che gli italiani hanno la reputazione di essere molto aperti e di parlare con facilità a tutti. Io, quando sono arrivata al Club Med, non ne avevo il coraggio, avevo paura di disturbare le persone che erano al bar a sorseggiare tranquillamente i loro cocktail. Poi ho capito che i clienti si aspettavano proprio quello! La vita di villaggio non la si deve vedere come un obbligo, é soprattutto l’occasione di rilassarsi e creare un legame con i clienti.

Per te, quali sono le qualità necessarie per occupare il posto di Responsabile SPA ?

Per me la Responsabile SPA deve essere un pilastro per la sua equipe. Non penso che esistano delle cattive SPA terapiste o delle cattive equipe, ma solo dei cattivi manager. La responsabile deve essere in grado di gestire individualmente ogni situazione, senza basarsi sul gruppo in generale ma su ogni persona singola, ogni personalità, ogni carattere. La responsabile deve essere un modello per il suo gruppo, deve essere irreprensibile e professionale per instaurare un clima piacevole. Devi essere in grado di cambiare a seconda del contesto: i clienti allo SPA vogliono tranquillità mentre nel resto del villaggio puoi permetterti di essere divertente e mostrare la tua personalità. Bisogna essere un vero camaleonte.

Se dovessi rivolgerti ai nostri futuri candidati, cosa diresti ?

La vita al Club Med non é per tutti, é certo, la é un’esperienza incredibile! Ti permette di viaggiare e di incontrare persone che vengono da ogni parte del mondo. Qui abbiamo una clientela internazionale e quindi sei portato ad apprendere culture differenti. Crescerai e avanzerai velocemente nella tua carriera perché un’esperienza al Club é molto formativa.

Se dovessi dare dei consigli a chi volesse candidarsi per lavorare al Club con l’obiettivo di diventare responsabile, cosa gli diresti ?

Lavorare, lavorare e lavorare per mostrare di cosa sei capace. Se ne hai voglia non c’é nessun motivo per non farcela. Il modo migliore per vivere al meglio l’esperienza al Club Med é saper combinare lavoro e vita di villaggio e questo ti permetterà di lavorare tranquillamente e allo stesso tempo divertirti ad incontrare dei clienti.